Instruzioni al paziente

Preparazione pre-operatoria della prostatactomia robotica radicale

Un mese prima dell’intervento:

  • Ogni paziente deve eseguire un controllo medico generale prima dell’intervento. Questo include una serie completa di esami, radiografie del torace, ecografia, analisi delle urine, e modulo di consenso. Inoltre, una lettera dell’esito del controllo generale del medico curante.
  • Un riesame delle radiografie e della patologia da parte del chirurgo che eseguirà l’intervento.

Una settimana prima:

  • Smettere di prendere aspirine o medicinali simili come Motrin una settimana prima dell’intervento chirurgico.
  • Smettere di prendere medicinali che fluidificano il sangue (come Coumadin) una settimana prima dell’intervento chirurgico. Consultare il medico curante prima di smettere.
  • Eseguire gli esercizi Kagel.

Un giorno prima dell’intervento:

  • Prendere una mezza bottiglia di  Citrato di Magniesio il giorno prima dell’intervento.
  • Prendere un purgante la notte prima e la mattina dell’intervento.
  • Mangiare un pasto leggero il giorno prima dell’intervento.
  • Non bere e mangiare dopo la mezzanotte prima dell’intervento.

Il giorno dell’intervento:

  • Nella maggior parte dei casi basta recarsi in ospedale due ore prima dell’intervento. Il luogo esatto e l’ora saranno comunicati dal chirurgo.

Cure post-operatorie per la prostatectomia robotica radicale

La maggior parte dei pazienti sono dimessi entro ventiquattro ore dopo la chirurgia. Tutti i pazienti tornano a casa con un catetere Foley che è collegato ad un sacchetto. Il chirurgo e/o infermiere vi insegnerà come svuotare il sacchetto se necessario. Accordatevi con un accompagnatore per ritornare a casa dopo l’intervento. Cercate di non guidare per almeno una settimana dopo la chirurgia.

Medicinali:

I pazienti in genere ricevono tre prescrizioni dopo la chirurgia:

  • Cipro o simili antibiotici. Si dovrebbe iniziare a prenderli ventiquattro ore prima della rimozione del catetere Foley.
  • Antidolorifici come Tylenol e Codein.
  • Purganti come Colace.

Riprendere il consueto consumo dei farmaci dopo la dimissione dall’ospedale eccetto alcuni farmaci come Coumadin e Aspirina. Se è assolutamente necessario l’uso di questi farmaci, contattare il mio ufficio e il vostro medico.

Evitare l’uso di aspirina o simili farmaci per una settimana dopo l’intervento chirurgico.

Prendere abbastanza purgante per evitare stitichezza. Ciò permetterà di evitare qualsiasi stress dell’anastomosi e del retto.

Catetere:

Il catetere è solitamente rimosso entro 4-5 giorni dalla prostatactomia robotica radicale. Una cistografia, un semplice esame radiologico, viene eseguita prima di rimuovere il catetere. È necessario contattare il mio ufficio appena dopo la dimissione dall’ospedale per prenotare un appuntamento. Iniziare a prendere gli antibiotici un giorno prima dell’esame.

Mi occuperò personalmente di studiare la patologia finale durante la visita per la rimozione del catetere. I nostri patologi si avvalgono di un esame di valutazione complessiva al fine di individuare l’ubicazione e il volume del tumore. I valori di Gleason e i margini dei campioni saranno uno degli argomenti da affrontare durante l’incontro.

È consigliabile avere degli assobenti il giorno che catetere sarà eliminato.

In alcuni casi si possono verificare delle perdite intorno al catetere pochi giorni dopo l’intervento. Ciò è dovuto principalmente a spasmi della vescica, e non c’è bisogno di allarmarsi. Il catetere rimane in loco e viene mantenuto con un palloncino all’interno della vescica. Ciò garantisce che non ci sia tensione sul catetere. Occasionalmente l’urina potrebbe essere di color rossastro, e si raccomanda di bere molti fluidi per schiarirne il colore.

Se il catetere non drena e si percepisce un insolito dolore addominale, chiamate immediatamente il medico.

Attività:

È essenziale per i pazienti continuare con gli esercizi Kagel dopo la rimozione del catetere. Eseguendo questi esercizi, si può ottenere un più rapido controllo della continenza e potenza.

Potete camminare dopo l’intervento chirurgico, tuttavia, le attività come corsa e gite in bicicletta non sono raccomandate. Cercate di non sollevare pesi di oltre 2.5 kg. Evitate l’attività sessuale o attività faticose per sei-otto settimane dopo l’intervento.

Normalmente, i pazienti possono rasarsi e lavarsi dopo la chirurgia. Le ferite vengono completamente coperte con cerotti che possono essere rimossi a quarantotto ore dalla chirurgia. Evitate di strofinare sulle ferite. Tutte le ferite sono cucite a mano, non vengono utilizzati punti meccanici per unire la pelle.

Precauzioni:

Evitate di rimanere seduti in una posizione per lungo tempo, usate un morbido cuscino sotto le natiche al fine di evitare qualsiasi pressione sul perineo.

Bevete molti fluidi dopo la chirurgia. Si possono provare regimi alimentari leggeri, a base di succhi, zuppe e yogurt al fine di ripristinare il transito intestinale, avvenuto il quale si può passare ad una dieta regolare.

In caso di febbre a 37’ C o superiore, in caso di brividi o se il colore delle urine non scharisce nonostante l’assorbimento dei fluidi, chiamate il suo medico.

Controlli medici successivi

Il primo esame del sangue PSA è eseguito un mese dopo la chirurgia. Le visite successive sono le seguenti:

  • Esame del sangue (PSA) ed esame digitale rettale ogni tre mesi durante il primo anno dopo l’intervento.
  • Esame del sangue (PSA) ed esame digitale rettale ogni sei mesi durante il secondo anno dopo l’intervento.
  • Esame del sangue (PSA) ed esame digitale rettale ogni anno dopo il terzo anno.

Esercizi Kagel

Lo scopo di questi esercizi è di rafforzare i muscoli della pelvi. I muscoli del bacino svolgono un ruolo importante nel controllo del flusso urinario. È importante imparare accuratamente gli esercizi Kagel. Nonci sono limiti nella pratica dgli esercizi; più frequentemente sono svolti gli esercizi più forti diventano i muscoli dells pelvi. Il loro effetto consiste in un miglior controllo del flusso urinario.

Questi esercizi devono essere effettuati una settimana prima dell’intervento chirurgico e devono essere continuati anche dopo la prostatactomia robotizzata radicale.

Il miglior modo per eseguire gli esercizi Kagel

Per un principiante, il momento migliore momento per praticare gli esercizi è durante la minzione. Cercare di fermare e riavviare il flusso nelle urine. Contrarre i muscoli della pelvi per cinque secondi e smettere di urinare. Continuare a urinare nuovamente e ripetere questo esercizio. Si può provare a contrarre i muscoli rettali. Una volta imparato il metodo si possono eseguire questi esercizi senza dover urinare. Per esempio potete eseguirli mentre vi trovate seduti o alla guida. È importante ricordare di non tendere i muscoli delle gambe, delle natiche e dell’addome. Non è necessario trattenere il respiro mentre si compiono gli esercizi. Provate ad effettuare 10 ripetizioni tre volte al giorno. Più sono svolti gli esercizi più forti diventano i muscoli della pelvi. Si dovrebbero notare delle differenze già entro due o quattro settimane.

Ricordatevi di respirare normalmente e di utilizzare solo i muscoli pelvici. Si noteranno grandi risultati in poco tempo.

Se non si è ancora sicuri o i vostri sintomi non sono migliorati, non esitate a contattare il mio ufficio.

Prenotare un appuntamento con
Dr. David Samadi: