Home
Forum Blog
Dati riguardanti il medico
Oncologia urologica
Prostatectomia
Video
Articoli
Domanda - Risposta
Testimonianze dei pazienti
Informazioni per i pazienti
Instruzioni al paziente
Home Contatti Mappa
Versione stampabile Invia ad un amico | Phone: 1-212-365-5000
English Español Italiano Français Deutsch Русский Hebrew
Cancro alla prostata
Cancro alla prostata
Opzioni chirurghe
Chirurgia robotica Da Vinci
Prostatactomia laparoscopica
Chirurgia robotica
Statistiche sulla Prostatectomia
Sesso dopo una prostatactomia
Domande Frequenti
Domanda - Risposta
Chirurgia Robotica
Terapia Ormonale
Radioterapia
Screening Della Prostata
Cancro Della Vescica
Cancro Della Vescica
Cistectomia Robotica
Prevenzione
Iperplasia Prostatica Benigna
Iperplasia Prostatica Benigna
Laser GreenLight PVP
Testimonianza
 
T. Civetta
Desidero ringraziare con tutto il cuore il dottor David Samadi. Nel mese di ottobre 2008 mi è stato dignosticato un tumore alla prostata. All'età di 43 anni non è facile gestire una notizia di questo tipo, sia sul piano fisico che sul piano psicologico. Mi sono rivolto al dottor David Samadi e dal momento che sono entrato nel suo ufficio, subito ho capito, grazie alla sua positivita` sicurezza e professionalita`, che ero nelle mani giuste.

Il giorno 18 dicembre 2008 mi è stata realizzata una prostactomia robotica. Sono stato operato la mattina ed il giorno dopo sono potuto già tornare a casa. Le cicatrici erano limitate e durante la convalescenza non ho nessun tipo di infezione e non ho sofferto di nessun effetto collaterale.

T. Civetta
more...
All testimonials...
Home | Opzioni chirurghe
Opzioni Chirurgiche

Trattamente del cancro alla prostata – chirurgia con minime perdite di sangue

dr. samadi
Dr. David B. Samadi
Primario di Urologia, Capo della Chirurgia Robotica presso
L'Ospedale Lenox Hill Professore di Urologia presso la
Facoltà di Medicina Hofstra North Shore-LIJ








I chirurghi di pazienti di carcinoma prostatico devono esaminare a fondo i vantaggi e gli svantaggi di ogni procedura disponibili per ottimizzare i risultati. La tradizionale prostatactomia a cielo aperto rimuove efficacemente il tumore, ma è stata associata a ricoveri più lunghi e dolorosi, notevole perdita di sangue, incontinenza, e disfunzioni sessuali. Più recentemente, la prostatactomia laparoscopica rappresenta un notevole progresso per pazienti con cancro alla prostata perché non prevede alcuna incisione, minimizza le perdite di sangue e le complicazioni postoperatorie, e consente ai pazienti un recupero più veloce e meno doloroso.


La prostatactomia laparoscopica robotica fornisce ulteriori vantaggi

Un recente passo in avanti nella chirurgia del cancro della prostata è la prostatactomia laparoscopica robotica. La procedura ha gli stessi vantaggi della prostatactomia laparoscopica —nessuna incisione, minime perdite di sangue, rapida degenza, e un uso minimo del catetere — ma utilizza la nuova strumentazione tecnologica robotica e due telecamere per una migliore visualizzazione. L’utilizzo di due telecamere ci permette di accertare l'anatomia con maggiore ingrandimento tridimensionale. Diversamente dalla prostatactomia laparoscopica, la strumentazione robotizzata offre ai chirurghi una gamma completa di movimento, e minime perdite di sangue. Per questo motivo, un intervento assistito roboticamente alla prostata è talvolta chiamato “bloodless” (senza perdite di sangue). Inoltre, le disfunzioni sessuali e i rischi di incontinenza sono ridotti perché il chirurgo ha una visione chiara dell'anatomia, ed è in grado di aggirare i nervi e le strutture coinvolte nel problema con maggior accuratezza.

Alcuni chirurghi ritengono di dover ricorrere al tatto per eliminare efficacemente il tumore, ma questo è chiaramente un mito. Utilizzare i proprio occhi può assicurare maggiore sensibilità nel procedere ad una prostatactomia. La laparoscopica robotica offre il valore aggiunto di un miglior ingrandimento e una migliore tecnologia.

Una formazione approfondita è un dovere

Pochi chirurghi negli Stati Uniti sono preparati in tutti e tre le procedure di prostatactomia, ma si possono trarre grandi vantaggi negli esiti sul paziente con l'esperienza proveniente da ciascun approccio. Un chirurgo deve essere specializzato in laparoscopia per essere un ottimo chirurgo in robotica, ma deve anche essere in grado di eseguire la procedura a cielo aperto per sviluppare un’esperienza laparoscopia. Bisogna considerare la prostatactomia laparoscopica robotizzata come una procedura che unisce le competeze laparosctopiche e la chirurgia a cielo aperto. Solo in pochi casi una procedura laparoscopica deve essere convertita in chirurgia tradizionale, ma un chirurgo deve essere pronto ad ogni evenienza.

Una prostatactomia laparoscopica robotizzata non dovrebbe essere effettuata a meno che il chirurgo non sia adeguatamente esperto nell’anatomia della prostata. Alcuni casi possono presentare adesioni o cicatricizzazione dei tessuti, per cui il chirurgo che esegue una procedura laparoscopica deve essere in grado di lavorare in queste condizioni. Per questo motivo l’esperienza operatoria è così importante che un chirurgo dovrebbero avere eseguito almeno cento casi. In caso contrario, il chirurgo si trova ancora in fase di perfezionamento, ed i risultati non saranno ottimi.

Esplorare tutte le opzioni con i pazienti

I chirurghi dovrebbero informare i propri pazienti riguardo all’esperienza acquisita attraverso procedure di prostatactomia. È importante che il chirurgo dichiari il proprio grado di formazione in modo tale da rassicurare i pazienti nelle loro preoccupazioni. È anche necessario esplorare alcuni falsi miti che possono essere associati ad ogni procedura, in modo tale che questi non interferiscano con il tipo d’intervento scelto dai malati. Un altro aspetto importante è dimostrare empatia con l’intera famiglia, e non solo con la persona affetta dal tumore alla prostata. Molte emozioni intervengono per il paziente e i suoi cari, ed è opportuno per un medico impegnarsi nel dare sostegno emotivo.

© 2006 Physician’s Weekly

Home  •  Contatti  •  Mappa  •  Forum  •  Blog
Dati riguardante il medico  •  Ocologia Urologica  •  Stampa  •  Video & Audio  •  Liberatoria legale del sito
Informazioni per i pazienti  •  Instruzioni al paziente  •  Domanda-Risposta
Domanda - Risposta  •  Chirurgia Robotica  •  Terapia Ormonale  •  Radioterapia  •  Screening Della Prostata
Cancro alla prostata   •  Opzioni chirurghe  •  Chirurgia robotica Da Vinci  •  Prostatactomia laparoscopica   •  Chirurgia robotica  •  Sesso dopo una prostatactomia
Iperplasia Prostatica Benigna  •  Laser GreenLight  •  Cancro della vescica  •  Cistectomia Robotica
DAVID B. SAMADI, M.D.
Primario di Urologia, Capo della Chirurgia Robotica presso L'Ospedale Lenox Hill Professore di Urologia presso la Facoltà di Medicina Hofstra North Shore-LIJ
485 Madison Ave. (between 51st-52nd street), 21st floor, New York, NY 10022
Tel: 1-212-365-5000 | Fax: 1-646-692-6744
Copyright © 2005-2017, David B. Samadi, M.D.