Dati Recenti Sulla Prostatectomia Robotica

Confronto della perdita di sangue
I chirurghi laparoscopici e di robotica praticano incisioni a serratura, che sono molto più piccole, meno invasive e quasi senza perdita di sangue. Si perde l’equivalente di un paio di cucchiai di sangue durante una prostatectomia robotica. Quando si pratica una grande incisione, la perdita di sangue è significativa e a volte si possono rendere necessarie trasfusioni.

Tasso di complicazione
I tassi di complicazione sono molto più alti nelle prostatectomie aperte che nella robotica. Dal momento che molto più tessuto è esposto durante la chirurgia in modalità aperta, i tassi di infezione sono più alti.

L’evoluzione della tecnica chirurgica
Con l’esperienza, le tecniche di chirurgia robotica sono diventate più raffinate. Nel caso del Dr. Samadi, la fascia endopelvica non è più recisa e il collo vescicale è inciso in una fascia stretta anziché larga.

Punteggio di Gleason
Un punteggio di Gleason viene assegnato al cancro della prostata in base alla sua composizione microscopica. Tumori con un punteggio di Gleason superiore sono più aggressivi.

Permanenza in Sala Operatoria
Si è verificato un calo significativo nella permanenza in sala operatoria con l’uso della tecnologia robotica. Il Dr. Samadi completa la maggior parte delle operazioni chirurgiche in un’ora e mezzo.

Degenza Postoperatoria
I pazienti di prostatectomia robotica sono dimessi dall’ospedale dopo un giorno in quasi il 100% dei casi.

Crescita del Volume degli Interventi di Chirurgia Robotica
Solo 6 anni fa, gli interventi chirurgici laparoscopici superavano le operazioni di robotica. Oggi viene eseguito un numero minimo di prostatectomie laparoscopiche.

Margine di Esito Chirurgico Positivo
I margini chirurgici positivi indicano la progressione del cancro alla prostata. Più è basso il margine positivo, meno probabile è che il cancro si ripresenti.

Prenotare un appuntamento con
Dr. David Samadi: